Will Smith chiede scusa a Chris Rock per lo schiaffo

L’accademia valuta eventuali sanzioni all’attore

La redazione

 Will Smith si è scusato ieri con Chris Rock per averlo schiaffeggiato durante la cerimonia degli Oscar di domenica sera. L’Accademia del cinema aveva affermato che avrebbe potuto agire nei confronti di Smith per l’incidente durante la consegna dei premi più importanti della serata.

Smith, su Instagram, ha affermato definito il suo comportamento come “inaccettabile e imperdonabile”.

“Vorrei scusarmi pubblicamente con te, Chris, Ero fuori di testa e mi sbagliavo”.

Will Smith è salito sul palco e ha colpito Chris Rock, con un ceffone in pieno viso dopo che il comico aveva fatto una battuta sull’aspetto della moglie di Smith. Poco meno di un’ora dopo, Smith ha vinto il premio come miglior attore per il ruolo del padre delle star del tennis Venus e Serena Williams in “King Richard”.

Rock, in una battuta su Jada Pinkett Smith, aveva fatto riferimento al film “GI Jane” (in Italia: “Soldato Jane”) in cui l’attrice Demi Moore appare con la testa rasata. Non si sa se Rock fosse o meno a conoscenza del fatto che la moglie di Smith ha una malattia che causa la caduta dei capelli.

“Le battute a mie spese fanno parte del lavoro”, ha commentato ieri Smith “ma una battuta sulle condizioni mediche di Jada era troppo per me da sopportare e ho reagito emotivamente. Sono imbarazzato e le mie azioni non erano indicative dell’uomo che voglio essere“.

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, composta da 9.900 membri, ha condannato la reazione di Smith: “Abbiamo ufficialmente avviato una revisione formale dell’incidente ed esploreremo ulteriori azioni e conseguenze in conformità con il nostro statuto, gli standard di condotta e la legge della California“.

Le violazioni possono comportare la sospensione o l’espulsione dall’organizzazione, la revoca degli Oscar o la perdita dell’idoneità a futuri premi.

È raro che l’Accademia del cinema revochi l’iscrizione. Nel 2017 però Il produttore Harvey Weinstein è stato espulso dopo che più di tre dozzine di donne lo hanno accusato di violenza sessuale.

Ma se l’Accademy aveva preparato un super spettacolo per rilanciare gli Oscar offuscati lo scordo anno dalla pandemia, è stato lo sfogo di Smith a diventare virale, con immagini e video che sono rimbalzati sui social media.

Il film di benessere “CODA” ha vinto come miglior film, segnando una svolta a Hollywood perché il film è stato trasmesso in streaming da Apple TV piuttosto che debuttare esclusivamente nelle sale cinematografiche.

E se qualche star si è tolta i sassolini dalle scarpe condannando Smith, moltissimi altri hanno apprezzato Smith per aver difeso sua moglie. Una per tutti la notissima comica Tiffany Haddish alla rivista People: “È quello che dovrebbe fare tuo marito, giusto? Proteggerti”.

Non è certo una decisione facile quella che dovrà prendere l’Accademy, il fatto a monte è decisamente divisivo. Smith si è scusato, ma molti ritengono che Rock se lo sia meritato, anzi uno solo non bastava.

Per interventi utilizzare il “Lascia un commento” o scrivere alle e-mail info@lavocenews.it o direttore@lavocenews.it. Per seguirci su Facebook potete mettere il “mi piace” sulla pagina La Voce News o iscrivervi al gruppo lavocenews.it. Grazie.