E’ morto Demetrio Volcic, “il corrispondente da Mosca”

Aveva appena compiuto 90 anni

La redazione

Si è spento a Gorizia Demetrio Volcic, giornalista, storico corrispondente da Mosca della Rai. Indimenticabili i suoi servizi con sullo sfondo il Cremlino. Era il mondo dei due blocchi, della guerra fredda,

Aveva compiuto 90 anni il 22 novembre scorso.

Fu corrispondente anche da Vienna e Bonn, ma con Praga e Mosca nasce per da tv pubblica il racconto del mondo oltre la Cortina di ferro.


Dai primi di giugno le sue condizioni di salute erano peggiorate. Da anni soffriva di problemi alla schiena ma recentemente si erano aggiunte nuove patologie. Volcic era nato a Lubiana. Aveva un padre triestino ed una madre goriziana. Durante il fascismo insieme alla sua famiglia era emigrato in Slovenia, da cui fece ritorno anni dopo.
Volcic, cittadino del mondo, lo aveva girato per lungo e per largo ed aveva risieduto per anni anche a Vienna e Parigi. Fu direttore del Tg1, senatore ed europarlamentare con il centrosinistra, Autore di numerosi libri di successo. L’ultimo dei quali uscito quest’anno.

Volcic lascia la moglie, un figlio, che vive a Mosca e una figlia che vive in Inghilterra. La tradizione del cittadino del mondo si è tramandata.

Per commenti, precisazioni ed interventi potete utilizzare il “Lascia un commento” a piè dell’articolo, o scrivere alle e-mail  info@lavocenews.it della redazione o direttore@lavocenews.it, per seguirci su Facebook potete mettere cortesemente il “mi piace” sulla pagina La Voce News o iscrivervi al gruppo  lavocenews.it grazie.